domenica 17 novembre 2013

La famosa Norma di Bernini


Leggendo dei post su un blog che un'amica di Facebook mi ha segnalato, mi sono imbattuta in uno dove uno studente americano in vacanza in Italia, andava nel pallone totale di fronte a un biglietto di Trenitalia, e dopo essere uscito dall'empasse, si cimentava nella spiegazione del suddetto biglietto, tramite multicolori segni grafici e nientepopodimenoche una legenda. Al post seguono commenti tipo: "quanto sono cretini 'sti americani", e/o "vorrei vedere un italiano in Giappone"!
Ora, senza dover estremizzare, e facendo una larga divagazione delle mie, volevo solo riferire di una mia professoressa di spagnolo, americana, che mi raccontava con sdegno di essersi recata in Spagna quest'estate e di aver fatto la conoscenza di un'italiana, che comunicava in italiano con gli spagnoli (i quali la capivano, pare) e che a sua volta capiva lo spagnolo nel quale questo gruppo di persone le si rivolgeva. La profa non era però stupita di questa intelligibilità mutua che a questi livelli io sconoscevo (infatti m'è sembrata un po' una minchiata), quanto del fatto che l'italiana in questione non sapesse lo spagnolo. Sulle prime, anche io ho mostrato segni di costernazione, credendo che questa in Spagna ci vivesse, lavorasse, etc. ma quando ho detto: "certo che è strano che una persona lavori nell'università di un paese senza conoscerne la lingua nazionale, né l'inglese", la mia prof. ha ammesso candidamente: "No, ma mica ci lavorava, era là in visita, da amici". Ora, carissima, esimia, illustre, luminare e illuminata Dottoressa, Professoressa, mia Signora, nonché mia Musa, il fatto di conoscere la seconda e la terza lingua più parlate al mondo, non ti da il diritto di esigere da una poveracrista che va a trovare degli amici all'estero, che quella impari la lingua solo per non dispiacerti! Proprio a te, poi, che, by the way, spiegando il Barocco, hai menzionato confusamente un certo BELLINI, riferendoti allo scultore dell'Estasi mistica di Santa Teresa d'Avila!!!!!!!!!!!!!!!!!
Just saying...

In realtà stamattina, dal letto, già non mi davo pace per tutto quello che mi aspettava in questa breve domenica texana, e mi sentivo triste perché neanche oggi avrei avuto il tempo per scrivere qua, ma mi sbagliavo! I miei rimpianti, ovviamente, vanno diretti a cose che sono senza dubbio più urgenti e produttive che cazzeggiare, la quale azione, come è evidente, ha invece un posto di spicco nella mia gestione del tempo (risata isterica) = ora sono triste lo stesso ma per altri motivi!
Mentre ci sono volevo aggiornare tutti quelli che sono mestamente a conoscenza delle condizioni stagionali di A., che l'allarme del Fall '13 sta lentamente rientrando, così come la biancheria da ricovero sta rientrando nei cassetti, un articolo alla volta, senza fretta, perché non si sa mai: finché l'autunno non finisce COMPLETAMENTE non si può dire l'ultima parola. Pare che il cuore stia pompando regolarmente, la consueta quantità di sangue, non sempre abbastanza da arrivare in alcune zone recondite, ma quanto basta per: cucinare, vantarsi della propria cucina, lamentarsi del mondo intero e ballare.
Buona settimana (prima o poi tornerò, dopo il thanksgiving, il GRE, il TOEFL, dopo tesi, final papers, applicationsssssssss - tante "s" quante sono le rotture di c******i -, fotocopie, concerti, sintomi acuti di success... insomma, tra un lustro o due) e che il cielo ci aiuti a raccattare studenti che ci portino a spalla fino in Spagna, a ottenere transcripts per avere anch'io, da gennaio, una classe di ciuccioni, e a collezionare punti per amaze le commissioni dei vari PhD programs (di questo e molto altro si parlerà in un post TBA)!!! Ammavìdiri!

Aspe':... che ci aiuti anche a racimolare un poco di verdoni, 'ché tutte 'ste menate costano!
Aspe': le immagini del cielo che ci deve aiutare!







2 commenti:

  1. Ma come scrivi bene....te vulissi imitare....

    RispondiElimina
  2. ehm! non sono avvezza ad atti di "vantalismo"!

    RispondiElimina